domenica 22 marzo 2015

La nostra presunta sanità mentale

Chissà quanta gente ci capita sotto gli occhi ogni giorno, quante storie sicuramente diverse dalla nostra, eppure simili, ci attraversano senza lasciare traccia, se non un brevissimo segnale nella retina. E chissà quante persone, dopo questa rapida occhiata, etichettiamo come pazze, eccentriche, diverse, disadattate. E se per una volta girassimo verso di noi la canna di fucile del pregiudizio? Saremmo capaci di premere il grilletto dell'ipocrisia? Quante volte abbiamo passato il nostro tempo in cerca di pagliuzze trascurando le nostri travi? In un lungo processo introspettivo ho capito che la sanità mentale, qualunque cosa essa sia, è qualcosa di davvero difficile da trovare e soprattutto sostenere specie in questo periodo storico.

Nessun commento: