giovedì 8 settembre 2011

Quel persistente dolore al petto

Da quando sono tornato dalle ferie, cioè circa due settimane fa, sto accusando un lieve ma fastidioso dolore al pettorale sinistro, più o meno profondo, e che a volte sembra corrispondere anche alla porzione di schiena ad esso immediatamente prospiciente. Inizialmente, ho addebitato il tutto ad un dolore intercostale, al quale sono purtroppo soggetto spesso, a causa del massiccio uso di ventilatore ed aria condizionata. Ma non è mica colpa mia se fa caldo! Finora ancora non sono stato dal medico, ma quando ne ho parlato a mia madre le ho detto : ho il tumore al polmone. Così, giusto per tranquillizzarla. In questi giorni, invece, sto pensando che si tratti di qualche disfunzione cardiaca, chissà che a 31 anni non muoia d'infarto. E visto che comunque la morte è l'unica certezza che ho, mi rendo conto che ancora non ho fatto testamento. Vabbè, non è che me ne fotta un granchè. Spartitevi le mie ricchezze terrene come meglio credete, a me non sono servite, le ho comprate solo per colmare un vuoto che comunque è rimasto tale. Ma non v'appiccicate, eh, che poi dall'aldilà vi vedo e vi sputo in testa. Su una cosa però mi preme dare disposizioni, i miei amati libri. I libri sono fatti per essere letti, e non per prendere polvere ammassati chissà dove. Quindi, in caso di una mia prematura dipartita, voglio che i miei libri siano donati alla biblioteca di via Laspro a Salerno. Inoltre, voglio che ad essi sia dedicata una saletta intitolata al mio nome, che dev'essere così approntata : tappeti rossi a fantasia, sulle pareti poster dei Kraftwerk, Baustelle, Daft Punk, Gianfranco Marziano, Clash, New Order, Aphex Twin e per ora basta così. E silenzio, se possibile.

Nessun commento: