lunedì 17 novembre 2008

Salerno si differenzia/2

E' proprio vero, Salerno si differenzia, e paradossalmente lo fa proprio nella gestione della raccolta differenziata. Non so se vi è mai capitato di andare all'isola ecologica di fronte allo stadio Arechi. Beh, se non l'avete mai fatto, vi racconto io come vanno le cose. Apenna si arriva, l'impiegato vi chiede "Che ce sta ra ittà?" "Un pò di carta, cartone, plastica" "E quant' sarann?" "Una ventina di chili" "Vabbuò, facimm 25" (e a questo punto, in barba alle statistiche ed ai dati raccolti e poi diffusi, poggia il suo piede sulla bilancia fino a raggiungere il peso desiderato). Poi vi consegna la ricevuta e vi dice "Iat là dderet, ci stann' i colleghi". Prendete le vostre cose, andate là dderet, dove non c'è nessuno. Quindi, come vedete, i dati sui materiali raccolti sono ampiamente fasulli, tutto dipende dalla capacità dell'operatore di effettuare la giusta pressione. Cresce Salerno, la grande città Europeeeaaaaa(vorrei proprio vedere a Francoforte come pesano la spazzatura...), sicura(giusto una spararatoria ad un centro scommesse ed una decina di rapine ai supermercati nell'ultima settimana) moderna e solidale....

Nessun commento: