sabato 30 agosto 2008

Son Tornato!

Rieccomi a voi, per fortuna i voli sono andati abbastanza bene (tranne per i miei timpani, che ancora mi fanno male), proprio nel momento in cui Alitalia subiva l'ennesimo passaggio di mano; ormai non se ne può più di questa situazione, anche i giornalisti se ne sono accorti ed hanno iniziato ad esternare i proprio pensieri che credo rappresentino la maggioranza degli italiani:



Comunque sia, appena tornato mi sono messo a fare ordine nella mia biblioteca virtuale (che poi è anche reale), raggiungibile qui e visibile anche sulla destra del presente blog. Non è ancora completa, più che altro perchè mi scoccio di digitare i codici ISBN uno ad uno. Ma c'è tempo.

martedì 26 agosto 2008

Addio...o forse no

Dopo il disastro aereo della Spanair, dopo il disastro aereo in Kirzighistan e dopo l'atterraggio d'emergenza della Ryanair dopo una perdita di quota di 8000 metri in 5 minuti domani prenderò un aereo dell'Alitalia con il cuore molto più leggero...
Se non dovreste vedere più aggiornato questo blog oppure l'altro, sapete il perchè.
Comunque, vi ho voluti bene tutti.
Ciao

lunedì 25 agosto 2008

Il Braccio Duro Del Comune Di Salerno

Tempi duri per i salernitani che intendono infrangere le regole. La
nuova stretta del comune sull'ordine pubblico, in virtù dei poteri
speciali conferitigli dal governo, prevede sanzioni ingenti per chi si
attarderà in discussioni con prostitute, chi abbandona rifiuti o
commette errori nella raccolta differenziata, chi scrive sui muri o
vagabondeggia. Ma vediamo nei dettagli:
-Prostituzione : multe salate per chiunque si fermi sul ciglio della
strada per contrattare prestazioni sessuali (come faceva Sircana, il
consigliere di Prodi), 500 euro di contravvenzione per "intralcio alla
circolazione", che si auspichi venga comminata anche a chi lascia la
macchina in seconda fila per prendere le sigarette o per andare alla
posta (a rigor di logica, è la stessa cosa). Casualmente, 500 euro è
la tariffa di una top escort, cocaina compresa (vero Cosimo Mele?).
Casualmente...
-Rifiuti. 500 euro per chi abbandona rifiuti ingombranti sul
territorio comunale, 200 euro di multa per chi commette errori nella
differenziazione dei rifiuti, per chi invece riesce a deturpare
un'intera regione, considerata patrimonio dell'umanità, in virtù dei
propri poteri commissariali, è prevista la carica di presidente della
regione, con ampie possibilità di venire rieletto.
-Imbrattamento. Sanzioni pecuniare anche per i writer scoperti a
coprire i muri con le loro incomprensibili scritte, d'ora in poi
saranno solamente permesse le seguenti frasi:
1) (nome del demente minorenne) + (nome della demente minorenne) tre
metri sopra il cielo
2)ultras salerno, nuova guardia etc. etc.
3)fuori gli zingari da salerno
-Circolazione stradale. Multe salate anche per coloro che verrano
sorpresi in scooter in tre e senza casco, escluse ovviamente le
minoranze etniche dei tifosi della salernitana, ai quali sarà comunque
permesso in deroga:
1)circolazione in tre senza casco, in caso di sconfitta casalinga.
2)circolazione in quattro senza casco, in caso di pareggio casalingo
oltre all'uso ininterrotto del clacson nel caso il pareggio sia stato
utile alla classifica.
3)circolazione in cinque o più senza casco oltre l'uso del clacson in
orario sia diurno che notturno, in caso di vittoria casalinga e in
trasferta.
4)circolazione in sei o più senza casco, più jus primae noctis e
clacson perenne in caso di promozione oppure scudetto (vabbè, solo
come ipotesi).
Cresce Salerno, all'insegna dell'uguaglianza e della solidarietà.

mercoledì 20 agosto 2008

Stranezze giuridiche

Se ad una madre tolgono il figlio perchè comunista, agli elettori di forza italia non dovrebbero direttamente internarli?

Bentornati

Rieccomi a voi, sparuta cerchia di lettori abituali ed occasionali. Sono appena tornato da un breve soggiorno in agriturismo in quel di Ceraso (SA), un posto stupendo e facilmente raggiungibile dalla superstrada per Sapri, e situato in posizione strategica per avventurarsi alla scoperta sia del Cilento marinaro che di quello interno e selvaggio. L'agriturismo si chiama Il Ruscello, e sento di consigliarlo a chiunque abbia voglia di una vacanza in totale relax, a prezzi davvero bassi e con tutte le comodità che un agriturismo può offrire, a partire dalla colazione mattutina servita in giardino. Un ottimo posto dunque per ritemprare spirito e corpo, magari in compagnia di un buon libro (il mio compagno di vacanza di quest'anno è stato John Fante, ve lo consiglio caldamente) e con una costellazione di ottimi ristoranti nei dintorni. Chi conosce questo blog, sa dove vengono descritti.
Ciao!

lunedì 4 agosto 2008

In Memoria Di Aleksandr

Ieri, 3 agosto 2008, è morto a Mosca lo scrittore Aleksandr Isaevič Solženicyn

La prima volta che conobbi Solzenicyn tramite il suo capolavoro “Arcipelago Gulag” mi chiesi subito come mai sei milioni di ebrei, zingari, omosessuali e dissidenti politici sterminati dai nazisti nei lager pesassero di più di cinquantacinque milioni di contadini, intellettuali dissidenti e altre minoranze etniche, oltre ai politici entrati in collisione col partito centrale, mandati a morire nei gulag da Stalin. Col tempo mi sono risposto che il vecchio motto “la storia la scrivono i vincitori” si era applicato con successo anche a questo caso, complice anche una certa simpatia verso la russia comunista di ampie frange della sinistra italiana e non solo. Le descrizioni dell'aberrante sistema di sterminio russo e delle cosiddette purghe staliniane valsero a Solzenicyn l'espulsione dalla Russia, oltre che il premio Nobel, anche se ora due para-dittatori come Gorbaciov e Putin si sperticano nel tesserne le lodi (come fece d'altronde berlusconi con Enzo Biagi), dimentichi del fatto che il loro partito lo avrebbe tranquillamente eliminato. E' significativo riflettere sulla libertà di espressione nei paesi sotto dittatura comunista proprio alla vigilia di quelle che saranno ricordate come le olimpiadi più tristi e contestate della storia, quelle di Pechino. Il regime più sanguinario del momento, secondo solamente agli stati uniti per le violazioni nel rispetto dei diritti umani e nella libertà d'espressione, ha predisposto un ingente servizio d'ordine per fare in modo che nulla devii dall'ortodossia maoista, vietando l'introduzione di libri anche leggermente critici verso il regime, bandiere nazionali ed oscurando centinaia di siti internet malvisti dal governo. Per chi contravverrà a queste semplici norme è previsto l'arresto fino ad otto giorni, senza l'obbligo di avvertire il consolato di appartenenza del reo, e senza neppure offrire consulenza legale. Gli Stati Uniti, dal canto loro, hanno approvato una nuova legge che consente il sequestro di libri, computer e qualsiasi altro documento a chi si recherà in visita nella terrà della libertà e della democrazia, sempre in nome della sacra guerra al terrorismo. Se è vero che oggi la casa natale di George Orwell è circondata da ben trentaquattro telecamere di sorveglianza, anche gli scrittori russi come Zamjatin, Bulgakov e SolzenIcyn sono stati ben troppo ottimisti nel prevedere la deriva autoritaria e sanguinaria di un regime che fondava la sua esistenza sulla promessa di portare benessere, libertà ed uguaglianza per tutti. Il boicottaggio delle olimpiadi di Pechino sarebbe stato un duro monito verso il regime cinese, ma se prendo in mano il piccolo asus eeepcc dal quale vi scrivo, e leggo come sempre “made in china”, tutti i miei dubbi sulle politiche transnazionali svaniscono.

sabato 2 agosto 2008

Salerno si differenzia


E' da circa un mese che a salerno, o almeno in alcuni quartieri, è partita con successo la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani. Visto l'inatteso successo, il comune ha deciso di avviare un programma di raccolta straordinaria per il definitivo smaltimento delle opere incompiute della nostra città. Anche per queste il Calendario sarà rigido, e sarà il seguente:
-lunedì : è tempo di tornare a lavorare, per non intasare le strade e la tangenziale possiamo scegliere la metropolitana, annunciata per la metà del 2007, ma ferma in tutti i sensi. le fermate però ci sono.
-martedì : il lavoro stanca, è il momento di ritemprarsi, un pò di moto al palazzetto dello sport che sarebbe dovuto sorgere nei sotterranei dello stadio vestuti.
-mercoledì : il lavoro scarseggia, per fortuna che un magnate dell'informatica ci costruirà un polo informatico a fuorni in grado di rivaleggiare con la silicon valley. come nelle migliori fiabe meridionali, ad un certo punto la magistratura si mette in mezzo, ed i sogni dei cervelloni salernitani svaniscono nel fumo.
-giovedì : siamo in estate, cosa c'è di meglio del divertimento di un parco aquatico? il sea park, più volte annunciato come imminente, non ha mai visto la luce.
-venerdì: tempo di uscire, una bella passeggiata sulla litoranea che sarebbe dovuta diventare il nuovo punto di ritrovo dei salernitani, con centri commerciali e boulevard sul mare. non pervenuti anch'essi.
-sabato : i salernitani si daranno appuntamento a piazza della libertà, la più grande d'europa, dove adesso si trova il jolly hotel, e dove il sindaco ha anche minacciato di piazzare le proprie ceneri in un obelisco; per fortuna, nessuna traccia nè della piazza nè delle ceneri.
-domenica : tutti in visita al polo fieristico situato nella zona industriale, dove sarà possibile ammirare esposizioni ed eventi culturali. tranquilli, è solo uno scherzo, la domenica c'è la salernitana.

Mediaset vs Youtube

La notizia ha dell'incredibile, se non altro per le somme tirate in ballo : mediaset ha chiesto a Youtube 500 milioni di euro di risarcimento per i circa 4000 video hostati sul popolare sito di video sharing e che l'azienda di b. ritiene di sua proprietà intellettuale. A parte che 1076 euro a video sono troppi per delle produzioni che valgono 4 soldi, ma mediaset avrà le giuste conoscenze politiche per vincere la causa?

Benvenuti a Marcianise

Non facciamo sempre i soliti disfattisti, se berlusconi dice che immondizia in Campania non ce n'è, bisogna crederci. Quella che vedete, infatti, non è altro che un installazione d'arte moderna promossa dal comune di Marcianise (un posticino tranquillo tranquillo vicino Caserta, vi basti pensare che è stata l'unica città ad avere il coprifuoco nel dopoguerra) per i nostalgici dei bei tempi andati.