martedì 10 giugno 2008

Impepata di cozze europea

Com'è andata a finire Italia-Olanda lo sanno tutti, d'altronde cosa si poteva aspettare da una squadra che, come dice il mio amico Carlo, ottiene un risultato striminzito pure con le Isole Far Oer (o come si scrive), dove l'attaccante fa il carpentiere e il portiere lo spazzino? Comunque, a me del calcio non me ne può fregare di meno, e gli unici tempi che mi interessano sono i seguenti:


1° Tempo
Super-mega impepatona di cozze con birra e limone a volontà (nella foto, eseguita con maestria, si notano le cozze, il limone, il pepe e la birra), cucinate in una casseruola e lasciate sul fuoco giusto il tempo di aprirsi. In pratica, ci vuole molto più tempo a pulirle che a cucinarle. Da mangiare rigorosamente con le mani.


2° Tempo
Linguine con cozze, telline, fasolari, vongole e pomodorini, cucinati con olio, aglio e peperoncino, per essere poi amalgamati con la pasta scolata al dente. Alla faccia dei tifosi italiani che si sono fatti la trasferta a Berna, la nazionale non vale nulla come due anni fa, solo che quella volta vinse il campionato per insabbiare l'inchiesta su calciopoli.

Nessun commento: