venerdì 9 maggio 2008

Parlar chiaro

Qualche giorno fa, il sindaco di Salerno vincenzo de luca durante un'incontro con degli studenti salernitani, ha pronunciato le seguenti parole "Parlate chiaramente, senza inibizioni, come se foste a largo campo, senza parolacce però". Mettendo le mani avanti dunque, ha evitato che i ragazzi dicessero le unica cose possibili da dire ad un rappresentante del partito dei mille nomi (pci-pds-ds-pd) che ai ragazzi ha gentilmente rubato :
-il lavoro
-la casa
-la possibilità di crearsi una famiglia
-la pensione
-in una parola, il futuro
Noto con piacere che all'interno del pd si stiano interrogando sui motivi della batosta elettorale, magari se vogliono gli do io una risposta, e cioè che all'interno di una democrazia rappresentativa non rappresentano manco il cazzo.

2 commenti:

peppe ha detto...

digli a de luca che non ci defecasse il pene, senza parolacce.

mi ricordo a novembre scorso, che fece una disturbata all'iroko solo perchè teneva genio di dare fastidio. poi vai trovando l'incontro con i ragazzi di largo campo?(lo so che il problema ha radici molto più profonde, ho raccontato questo aneddoto per spiegare ai lettori il carattere del personaggio)

Anonimo ha detto...

Semplicemente vero e concordo pienamente.
Ho smesso gia' da tempo di credere in questi "signori" ora mi diverto a guardarli cosa combinano.Barzellette :-)))))