lunedì 3 marzo 2008

Nostalgia del 56k

A causa dei già citati problemi con la Telecom, sono stato costretto mio malgrado a rispolverare il caro vecchio modem 56k, quello che ti tiene occupata la linea quando sei connesso, e che quando si connette fa quei versi strani come di molle che scattano e rimbalzano. Rispolverare non è il termine esatto, in quanto è un modem interno, ma rendeva meglio l'idea. Quanti ricordi mi ha suscitato quel suono, i primi passi mossi su Internet, era l'epoca di Napster, Kazaa, Dc++, Bearshare, insomma quando si usava il web per scopi educativi e nobili(?). Non c'era ancora MySpace, i blog erano qualcosa di elite, su msn non si usavano ancora quelle faccine che non ti fanno capire cosa sta scrivendo il tuo interlocutore, non c'era Youtube, così non rischiavi di essere sputtanato a livello mondiale per ogni cazzata che facevi, Google per fortuna già c'era, ma non era preciso come adesso, le connessioni erano esasperatamente lente, ma almeno questo aveva un vantaggio, e cioè che non c'era la bulimia da download, quella cosa che ti fa scaricare di tutto, anche cose che non ti piacciono, tanto ci sono. Con soli 56k (teorici, naturalmente) quello che scaricavi era non solo mirato, ma anche desiderato e sudato (in termini di megabyte stoicamente attesi). Certo, il costo delle connessioni a tempo si faceva sentire sulla bolletta, ma anche questo forse era un vantaggio, almeno non si perdeva tempo sottratto allo studio o al lavoro. Finisco qui questo post nostalgico, scritto, come ai vecchi tempi, rigorosamente off-line.

Nessun commento: