sabato 9 febbraio 2008

Scaricati la suoneria che ti scarico il credito

Vi è mai capitato di vedere le pubblicità delle suonerie per cellulari
in tv? Beh, io sono contrario in linea di principio alla pena di morte,
ma ogni regola ha la sua eccezione, e francamente mi piacerebbe passare
alcuni testimonial di queste cazzate per le armi. In primis quello che
in macchina chiedeva a Zidane di ridarci la "Gioconda" dopo i mondiali
del 2006, poi tutti gli altri a venire. A parte l'irritazione che mi
provocano questi imbecilli che ballano canzoni di merda con il
cellulare in mano, mi chiedo: ma è davvero possibile trovare qualcuno
disposto a pagare 2 euro (se non di più) per una suoneria? A quanto
pare sì, anche perchè sono mesi che esisate una classifica delle
suonerie più scaricate, e molti artisti ammettono candidamente di
vendere più suonerie che singoli. Tutto ciò è sicuramente frutto di un
approccio alla musica di tipo usa e getta, ma è anche frutto di una
diseducazione musicale di fondo. Ma non è di questo che voglio
parlarvi, ma bensì di come procurarvi delle suonerie di moda a costo
zero. Tutto ciò che vi occorre è un pc, una connessione internet, un
programma di registrazione digitale (va bene anche il registratore
suoni di windows, ma nero wawe editor è meglio). Allora, individuate
innanzitutto la canzone, o il suono che vorrete usare come melodia per
il vostro cellulare, aprite il registratore di suoni e premete play in
corrispondenza dello spezzone che vi interessa. Con nero wawe editor
potete direttamente importare il file mp3 e poi tagliarlo a piacere,
salvarlo sempre in formato mp3 (oppure waw o amr etc. etc.), esportarlo
sul cellulare sia tramite il cavo dati sia tramite la chiavetta
bluetooth, e impostarlo come tono di chiamata. Tutto qui. Badate che
non ho parlato di scaricare musica illegalmente per poi farvi suonerie,
per avere il file di partenza basta andare anche su youtube dove
troverete ad una qualità audio accettabile i videoclip degli ultimi
successi, oppure registrarli dalle tante radio che trasmettono in
streaming. Combattiamo la lobby delle suonerie! Mai più un centesimo !

1 commento:

Anonimo ha detto...

Non sono pienamente daccordo con te anche se non e' errato tassare chi ne fa un uso o abuso della musica scaricata,anche il mondo della musica e'infettata,ma prenderei in considerazione ben altre cose da tassare,ecco inizierei dai rifiuti,facendoli pagare a peso.Io direi che un piano di rieducazione della civilta' umana,ecco di cosa avrebbe seriamente bisogno il pianeta terra.Chi si ricorda dei bei libri di educazione civica?Giuseppe