sabato 23 febbraio 2008

Coniglio alla cacciatora con patate allardate

In questo momento storico fatto di centri commerciali, dischi volanti e macchine per il teletrasporto, c'è ancora una categoria che si ostina ad abbassare le saracinesche il giovedì pomeriggio, e cioè quella dei macellai. Potete pertanto immaginare la fatica fatta a trovare un coniglio intero in un pomeriggio di un giovedì di febbraio, ma il nostro grande chef Riccardo era stato categorico, coniglio intero con tutte le interiora e testa compresa. La ricerca estenuante ha comunque portato ad un ottimo risultato che è quello che vedete rappresentato in foto. Come segno della nostra amicizia che dura da tempo immemore, si può vedere in basso a destra uno spicchio di foto di una festa in maschera dell'asilo.

Ingredienti per 4 persone:
-un coniglio intero
-2 chili di patate
-1 etto di pancetta
-50 grammi di parmigiano grattugiato
-1 cipolla
-1 dado da brodo
-1 limone
-alloro in foglie
-burro
-sale
-olio
-vino rosso

Mettete a marinare per circa un ora il coniglio intero in acqua e limone, poi tagliatelo a pezzi grossolani non prima di aver tolto cuore, fegato e la testa intera. In una casseruoa larga affettate la cipolla, unite abbondante olio e un mezzo bicchiere di vino, adagiate i pezzi di coniglio insieme alle foglie d'alloro ed al dado. Ponete a fiamma media per una buona mezz'ora girando di tanto in tanto. Nel frattempo sbollentate (che sta per nè crude nè lesse) le patate intere, quando con i rebbi della forchetta si possono penetrare con una certa facilità togliete dal fuoco e sbucciatele, indi tagliatele a tocchetti, adagiatele in una teglia con olio e burro in forno a 180 gradi, cospargete di formaggio grattuggiato e pancetta a pezzetti. Nel frattempo il coniglio dovrebbe essere pronto,
portatelo in tavola accompagnato dal sughetto intopparterie che si è formato sul fondo della casseruola, accompagnatelo con le patate e poi mi direte....
Grazie a Riccardo per la ricetta e per la magistrale esecuzione.

Nessun commento: